Dal primo respiro dell’acqua all’ultimo respiro dell’aria, il nuovo disco di Sebastiano Cascone accompagna l’ascoltatore lungo i sentieri tracciati dagli ottantotto tasti del suo pianoforte: lo stupore dinanzi agli elementi vitali dell’acqua e dell’aria si trasforma via via in chiara consapevolezza della loro energia, della loro capacità di fondersi in un unico organismo. Acquaria è l’incontro tra l’acqua e l’aria, tra l’origine della vita e il suo manifestarsi nel tempo, è l’ideale orizzonte in cui i due elementi dialogano, si confrontano e si scoprono: a quattro anni dal disco d’esordio, Sorridere ad un Sogno, Cascone si fa testimone di questo incontro, in perfetto equilibrio tra emozione ed eleganza descrittiva. Di goccia in goccia, l’azzurra anima di Acquaria di Sebastiano Cascone si esprime tra mare e cielo, tra lacrime d’acqua e soffi di vento…
Michelangelo Iossa
Un musicista ama fare concerti, ama il calore del pubblico, ama il feed-back immediato, sul filo delle emozioni, che solo l'esibizione dal vivo può donare. Eppure non conosco musicista che non sogni di registrare il suo disco. E' strano, a ben pensarci, ci dev'essere una sottile e misteriosa pulsione che, a un certo punto delle tua carriera, bussa insistentemente alle porte della tua mente e ti dice: "Tanta roba la tua musica... perchè non lasciarne traccia ai posteri?". Ed è così che comincia il tuo lungo e snervante iter che ha come risultato finale quello di mettere le tue note dentro un oggetto tondo e piatto! Questa comune piccola ossessione, non ha risparmiato neanche me e, dopo non poche fatiche, ho prodotto e registrato il mio primo CD dal titolo “Sorridere ad un sogno”... A dirla tutta, ad onta della fatica, c'ho preso gusto e così, tra pochissimo, uscirà la mia seconda opera... Ovviamente ve ne darò conto su queste pagine.